Anche secondo il NYT il visore AR/VR di Apple è stato rimandato al 2023

Anche secondo il NYT il visore AR/VR di Apple è stato rimandato al 2023

Visore Apple AR VR

Chi sperava di poter mettere le mani sul primo visore per la realtà aumentata e virtuale di Apple già quest’anno resterà molto deluso. Ormai da alcuni giorni circolano rumor che suggeriscono un cambio dei programmi dell’azienda di Cupertino, e nelle ultime ore è arrivata anche la “conferma” del The New York Times.

Stando alle fonti consultate dalla redazione del quotidiano statunitense, le difficoltà riscontrate durante lo sviluppo del visore – si parla in particolare della batteria – avrebbero obbligato Apple a posticiparne il lancio al 2023.

Apple ha assunto un ingegnere di Dolby Technologies, Mike Rockwell, e gli ha affidato il compito di guidare lo sviluppo del visore AR/VR. Ebbene, il suo operato ha trovato un ostacolo nella scarsa potenza di calcolo, hanno dichiarato due fonti vicine al progetto. Le continue difficoltà riscontrate con la batteria hanno poi obbligato Apple a posticipare il rilascio del visore al 2023.

La presentazione del visore nel corso del keynote della WWDC22 era data per scontata ormai da tanti, nonostante Gurman avesse già a gennaio accennato al possibile delay al 2023 per via di problemi con le prestazioni e non solo.

In termini di hardware, alla conferenza di quest’anno ci sarà spazio (forse) solo per il MacBook Air next gen e il nuovo Mac Pro, ma la verità è tutta da scoprire. Dubbi o meno, potrete seguire la WWDC22 in nostra compagnia, per scoprire insieme le novità di iOS, macOS, iPadOS e degli altri sistemi operativi made-in-Cupertino.