Xiaomi vorrebbe limitare la diffusione dei file APK, ma Google dice di no

Xiaomi, uno dei maggiori produttori di telefoni in Cina, vorrebbe impedire la diffusione dei file APK sui dispositivi Android. Tuttavia, Google non è in accordo con tale proposito.

Difatti, come condiviso da Mishaal Rahman su Twitter, uno sviluppatore di Xiaomi ha presentato una proposta all’Android Open Source Project che impedirebbe agli utenti di copiare i file APK sul proprio telefono, motivando tale idea come “protezione delle risorse private”. Le app, secondo questo sviluppatore, dovrebbero essere disponibili soltanto sul Google Play Store.

In ogni caso, Google avrebbe già dichiarato di essere contro la proposta, spiegandone anche le ragioni: “Non credo ci si debba aspettare che i contenuti di un APK rimangano segreti.” 

L’articolo Xiaomi vorrebbe limitare la diffusione dei file APK, ma Google dice di no sembra essere il primo su Androidworld.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *