Gli abbonamenti su App Store potranno diventare più cari senza il vostro consenso

Apple ha appena effettuato una modifica alle regole dell’App Store che potrebbe portare conseguenze non proprio felici. Questa riguarda la gestione del pagamento per le applicazioni che richiedono un abbonamento: in precedenza, all’aumentare del costo della sottoscrizione, era obbligatorio chiedere conferma all’utente. Ma le cose potrebbero cambiare.

D’ora in poi, infatti, alcune applicazioni a cui siete abbonati potrebbero aumentare di prezzo senza molti problemi, quando in passato questo avrebbe significato la cancellazione automatica dell’abbonamento. Il motivo di questo cambiamento, stando ad Apple, è quello di evitare situazioni in cui, a causa della discontinuità del pagamento, un utente perde l’accesso a un servizio del quale ha fatto accidentalmente scadere la sottoscrizione.

A tutto questo ci sono alcune limitazioni. Il prezzo degli abbonamenti settimanali o mensili non può essere aumentato di più della metà, e la differenza fra il nuovo e il vecchio non può essere più di 5 dollari. Per quelli annuali, invece, la limitazione è che il costo non sia aumentato più di 50 dollari.

Bisogna specificare che l’utente sarà comunque avvertito, ma non sarà necessario il suo esplicito consenso per procedere al rinnovamento. Per i casi in cui le precedenti condizioni non vengano rispettate, invece, l’utente dovrà riabbonarsi manualmente.

L’articolo Gli abbonamenti su App Store potranno diventare più cari senza il vostro consenso sembra essere il primo su Cellulare Magazine.