Pixel 6 Pro doveva uscire con il Face Unlock, poi Google ha cambiato idea

Il Face Unlock sui Pixel 6 Pro (qui la nostra recensione) è uno degli argomenti più dibattuti degli ultimi mesi. Arriva, forse sì, no, ma ci sono speranze. 

Ora il sito 9to5Google ha scoperto che Google aveva in effetti intenzione di lanciare il dispositivo con lo sblocco con il volto, per poi cambiare idea all’ultimo minuto. Secondo il sito infatti, il Pixel 6 Pro, che è dotato di una fotocamera frontale da 11,1 MP con un campo visivo “ultrawide” di 94 gradi (rispetto a 8 MP e 84 gradi sul Pixel 6), pur in assenza di hardware dedicato avrebbe consentito di garantire un riconoscimento affidabile

Ma in che modo? Il merito sarebbe del chip Tensor, che permetterebbe il riconoscimento dei volti in maniera rapida e puntuale pur senza fotocamere IR, proiettori di punti o altro. Addirittura Google aveva distribuito del materiale pubblicitario che faceva leva sulla funzionalità, come visto in un annuncio di un distributore tedesco (anche se si riferiva erroneamente al Pixel 6) e nella pubblicità di un operatore telefonico britannico. Poi non se n’è saputo più nulla, ma come abbiamo visto sembra che Google non abbia intenzione di abbandonare definitivamente la strada, perlomeno per i prossimi Pixel.

L’articolo Pixel 6 Pro doveva uscire con il Face Unlock, poi Google ha cambiato idea sembra essere il primo su Androidworld.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *