App Store: in Corea del Sud, Apple costretta a cedere sui pagamenti alternativi

La Corea del Sud aveva promesso di obbligare Google e Apple ad accettare sistemi di pagamento alternativi per gli utenti quando acquistano o si abbonano alle loro app preferite. La promessa è stata mantenuta. Dopo aver ottenuto che il Play Store di Google autorizzi altri mezzi di pagamento, ora è il turno di Apple a dover rispettare la normativa locale. Secondo il Korea Herald, la legge approvata la scorsa estate, che richiede agli app store di autorizzare altri sistemi di pagamento offerti dagli sviluppatori, si applicherà anche al marchio Apple. Cupertino è stata condannata a rispettare la legge, in caso contrario avrebbe a che fare con pesanti sanzioni (multa del 3% del fatturato locale).

Sistemi di pagamento alternativi

E’ vero, non ci sarà più la salata commissione su ogni acquisto e dovranno essere accettati pagamenti come WeChat o PayPal, ma Tim Cook e il suo team ha ancora una volta trovato un modo per prendere tempo perché Apple offrirà agli sviluppatori anche un sistema di pagamento alternativo a un prezzo ridotto, come richiesto dalla Korea Communications Commission (KCC).

Un modo per chiedere importi inferiori agli sviluppatori più piccoli che non hanno necessariamente accesso a soluzioni interne.

Questo dimostra però come Apple abbia vinto la sua causa proteggendo l’App Store, il suo cavallo di battaglia durante la causa contro Epic Games. L’azienda californiana continua a insistere di essere pronta ad aprire il suo App Store a pagamenti di terze parti se ottiene garanzie sulla sicurezza delle transazioni e del trasferimento tra il suo negozio e i sistemi di pagamento. È anche questo punto che gli ha permesso di ottenere un rinvio negli Stati Uniti nell’attuazione delle sanzioni.

Dopo il Giappone e la Corea

Se negli Stati Uniti Apple ha ottenuto la sospensione del tribunale e può ancora beneficiare degli acquisti su App Store tramite il suo sistema di pagamento, in Giappone l’azienda ha dovuto trovare un accordo per evitare sanzioni. È ora possibile per alcune applicazioni condividere un collegamento con gli utenti per accedere ai metodi di pagamento al di fuori dell’App Store. Una vittoria importante per gli sviluppatori per liberarsi dalla morsa della Mela che crea dei precedenti interessanti…

L’articolo App Store: in Corea del Sud, Apple costretta a cedere sui pagamenti alternativi sembra essere il primo su Cellulare Magazine.