Dopo Apple, anche Google ridurrà le commissioni al 15% sui ricavi generati dal Play Store

Dopo Apple, anche Google ridurrà le commissioni al 15% sui ricavi generati dal Play Store

A partire dal mese di Dicembre del 2020, Apple ha iniziato ad applicare una commissione ridotta ad un gran numero di sviluppatori App Store. Oggi Google fa sapere che molto presto seguirà le orme della concorrente, proponendo un qualcosa di molto simile.

Le polemiche tra gli sviluppatori ed i colossi di Cupertino e Mountain View sono sempre più accese. Apple era stata accusata di avere delle commissioni troppo alte, pari al 30% dei guadagni generati, e lo scorso Dicembre l’azienda ha ceduto creando il programma Small Business, nel quale tutte le aziende con un fatturato annuo inferiore al milione di dollari possono godere di un tasso di commissioni agevolato del 15%.

Sono già diversi mesi che Apple utilizza questo sistema mentre Google era rimasto fermo al 30%. Ben presto le cose cambieranno ed anche sul Play Store gli sviluppatori riusciranno a percepire delle entrate maggiori grazie a commissioni agevolate del 15%. Secondo la stima di Google, il 99% degli sviluppatori iscritti potrà godere di questa riduzione delle commissioni.