Nubia RedMagic 6 è il primo smartphone con 18 GB di RAM

nubia-redmagic6

È un concentrato di potenza quello che il produttore cinese Nubia ha annunciato la scorsa settimana con RedMagic 6. Un modello completamente progettato per il gaming mobile, con uno schermo a 165 Hz che si affida a un tripudio di Ram per offrire le migliori prestazioni ai giocatori più accaniti: 18 GB in LPDDR5.

E’ la prima volta che un produttore di telefonia porta così tanta memoria volatile su un modello ma…potrebbe non essere l’ultima, almeno nel settore gaming. ASUS ha annunciato che il suo ROG Phone 5 con 18 GB di Ram e, per fare un confronto, il recente Galaxy S21 Ultra di Samsung offre “solo” 16 GB di RAM per la sua versione più potente.

Se alcuni smartphone potranno contare su 18 GB di Ram, sarà grazie a SK Hynix, azienda specializzata nella creazione di Ram e memorie flash. La coreana ha annunciato all’inizio di questa settimana la tecnologia per la produzione di massa di moduli LPDDR5 da 18 GB. 

“Questo prodotto migliora la velocità di elaborazione e la qualità dell’immagine aumentando lo spazio di archiviazione temporale dei dati, poiché la capacità aumenta rispetto al modello precedente, dotato di 16 GB”, afferma l’azienda. Come specifica il sito BGR, i moduli da 18 GB offerti da SK Hynix sono ancora più efficienti dei 18 GB di LPDDR5 incorporati da RedMagic 6. Possono infatti arrivare fino a 6400 Mbps, ovvero il 20% in più di velocità nei flussi di dati. Con una tale velocità, i modelli SK Hynix sono teoricamente in grado di trasferire 5 GB di filmati Full-HD ogni secondo.

Il sistema operativo Android è ben lontano da poter gestire un tale quantitativo di Ram ma questo dovrebbe consentire ai telefoni di rimanere efficienti a lungo termine. Le velocità promesse da SK Hynix si riveleranno invece utili per alzare l’asticella di stress con download più veloci e una maggiore capacità di gestire registrazioni 4K o addirittura 8K.

L’articolo Nubia RedMagic 6 è il primo smartphone con 18 GB di RAM sembra essere il primo su Cellulare Magazine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *