Avete notato che alcune icone delle app Google hanno adottato il tema scuro? (foto)

Google è cambiata tantissimo negli ultimi anni, ma se c’è un tratto che è rimasto costante finora è la sua incoerenza. Questa affermazione è più che mai vera quando si parla del design delle sue app, un ecosistema composto da una miriade di servizi distribuito su tutte le piattaforme, così tante che alcune non fanno nemmeno in tempo a recepire gli ultimi dettami estetici che le prime già iniziano a ricevere la nuova versione.

Il passaggio al Material Design, nella prima iterazione e poi nella successiva variante, è stato un processo lungo che si è protratto per anni così come l’abilitazione del tema scuro, un’epopea che ha appassionato (o forse sarebbe meglio dire snervato) molti utenti, compreso il sottoscritto. Da diverso tempo c’è un’altra idiosincrasia che mette a nudo l’incapacità di Mountain View nell’adottare quella compattezza grafica tipica dei suoi rivali: le icone.

LEGGI ANCHE: Google Maps mostra il prezzo della benzina nei distributori

Mettendo da parte il recente restyling multicolor (anch’esso rimasto a metà), le icone di alcune app infatti hanno iniziato a mostrare una variante scura, mentre altre sono rimaste bianche. Questo cambiamento al momento sembra riflettersi solo nella versione visibile sul Play Store, mentre nel launcher e nella home appaiono sempre tutte nello stesso classico modo.

Cosa ancora più irritante (o divertente, a seconda dei casi) è che alcune applicazioni hanno un’icona scura, ma ancora non hanno implementato il dark theme. Su tutte spicca l’esempio di Google One, ma siamo sicuri che ognuno di noi ha in mente un caso. Qui sotto trovate uno screenshot gentilmente fornito dai colleghi tedeschi di Smartdroid, tuttavia la situazione appare identica anche sul dispositivo di chi scrive e, siamo sicuri, di quasi tutti voi (ma non tutti, per carità!).

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Avete notato che alcune icone delle app Google hanno adottato il tema scuro? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *