GravityBox ora supporta Android 11: ecco come scaricare la sua prima versione

GravityBox è uno dei più diffusi moduli Xposed per i dispositivi Android, che consente di modificare tra le molte cose la schermata di blocco, la barra di navigazione e il display, e ora ha ottenuto la compatibilità con Android 11. Per tale implementazione c’è voluta però una discreta quantità di tempo e di lavoro, ma per fortuna  lo sviluppatore XDA Senior Recognized C3C076 ce l’ha fatta.

La versione rilasciata è la 11.0.0-beta-1 e quelli che vi proponiamo di seguito sono alcuni dei suoi punti fondamentali:

  • Modifiche alla schermata di blocco
  • Gestione delle tessere QuickSettings con tessere aggiuntive
  • Modifiche alla barra di stato
  • Modifiche alla barra di navigazione
  • Controllo delle notifiche (LED di notifica per app / suoni / vibrazioni)

LEGGI ANCHE: Ecco le prime immagini del OnePlus 9 Pro

Il modulo è stato testato su un Google Pixel 3a con Android 11. Ricordiamo però che essendo ancora nelle sue fasi iniziali è possibile che alcune funzionalità potrebbero incorrere a delle anomalia e che potrebbero esserci durante l’utilizzo degli errori imprevisti. Per questo motivo per il momento è consigliabile procedere con cautela e ricordarsi di fare preventivamente un backup del dispositivi.

Per gli interessati è possibile scaricare GravityBox per Android 11 visitando il seguente indirizzo.

L’articolo GravityBox ora supporta Android 11: ecco come scaricare la sua prima versione sembra essere il primo su AndroidWorld.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *