Apple pensa alla realtà virtuale

Apple si sta preparando al futuro. Oltre ad iPhone, iPad, Macbook e AirPods, l’azienda sta lavorando a nuove categorie di prodotti per supportare i suoi servizi e beneficiare del proprio know-how tecnologico. 

Oltre ad Apple Car, il brand californiano si sta lanciando anche nel mercato emergente della realtà aumentata ben lontano dall’elettronica di consumo così come la conosciamo. È quanto riporta Bloomberg attraverso la penna di Mark Gurman, da sempre noto per avere informazioni interne.

Un prodotto di nicchia

Secondo le fonti, Apple è a lavoro su un visore VR che avrebbe svolto il ruolo di precursore prima di passare alla realtà aumentata. Questo casco sarebbe un prodotto di nicchia e con un prezzo di vendita particolarmente alto seppur l’azienda non sia una grande fan dei prodotti di nicchia.

Secondo Bloomberg, questo dispositivo sarebbe prima un prodotto VR, con un ambiente 3D completo per giocare, guardare video e comunicare, prima di offrire alcune esperienze in realtà aumentata grazie a telecamere esterne. Trarrebbe vantaggio da un potente processore sviluppato da Apple a bassa energia.

L’articolo menziona che l’auricolare avrebbe una ventola incorporata, segno che il processore si surriscalderebbe troppo per l’uso passivo. L’attuale prototipo, N301, ha raggiunto una buona fase di sviluppo ma essendo un semplice prototipo, potrebbe essere completamente stravolto dall’oggi al domani.

Si dice che gli occhiali per la realtà aumentata di Apple (nome in codice N421) siano ancora nelle prime fasi di sviluppo. Apple starebbe ancora lavorando sulle tecnologie di base di un tale prodotto, il cui possibile rilascio sarebbe a lunghissimo termine.

Nessun effetto iPhone

Apple è riuscita a creare grandi successi negli ultimi 20 anni. Ovviamente c’è l’iPhone ma non ci si può certo dimenticare di iPad, AirPods, iPod e iTunes. Con questi prodotti, Apple è riuscita a rivoluzionare o creare categorie di prodotti.

Quando immaginiamo la Mela entrare nel settore della realtà virtuale, ci chiediamo se il marchio batterà giganti del settore come Oculus, HTC, Valve o PlayStation. Fonti di Bloomberg indicano che questo non è l’obiettivo dell’azienda di Cupertino perché non intende renderlo un prodotto mainstream. 

Progetti per il 2022

Sempre secondo l’articolo, il visore per la realtà virtuale di Apple è attualmente previsto nel 2022. Il passaggio alla realtà aumentata non avverrebbe prima del 2023 nella migliore delle ipotesi. Tra le principali sfide che Apple deve affrontare troviamo il peso e l’autonomia. 

L’articolo Apple pensa alla realtà virtuale sembra essere il primo su Cellulare Magazine.