Apple accusata, ancora una volta, di violazione di brevetto

Apple accusata, ancora una volta, di violazione di brevetto

app ECG

L’azienda di dispositivi medici AliveCor ha intentato una causa contro Apple sostenendo che la funzione ECG di Apple Watch viola tre suoi brevetti.

La causa, intentata lunedì presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale del Texas, afferma che la funzionalità ECG su Apple Watch Series 4 e successivi viola la sua proprietà intellettuale relativa all’uso di sensori indossabili per migliorare la tecnologia di monitoraggio cardiaco.

Tutti e tre i brevetti si concentrano sul monitoraggio delle aritmie cardiache o di un battito cardiaco irregolare. La tecnologia brevettata include l’uso di dati rilevati da dispositivi indossabili per aiutare nella diagnosi della condizione.

“Le rivendicazioni dei brevetti sono nuove, non convenzionali e si concentrano su mezzi e metodi specifici di utilizzo di speciali sensori in un dispositivo indossabile per migliorare la tecnologia di monitoraggio cardiaco esistente”, si legge nella causa.

AliveCor afferma che Apple è a conoscenza di tutti e tre i brevetti e, proprio per questo motivo, afferma che il produttore di iPhone abbia intenzionalmente violato, e continua a violare, quei brevetti con la sua linea di Apple Watch, incluso l’Apple Watch Series 5, che è specificamente nominato nella causa.

AliveCor è il produttore di vari dispositivi di monitoraggio cardiaco ed è stato il primo a presentare un dispositivo ECG consumer approvato dalla Food and Drug Administration. A differenza dell’Apple Watch, tuttavia, l’uso del dispositivo doveva essere approvato dal medico dell’utente.

Dopo il debutto della funzionalità ECG sull’Apple Watch Series 4, l’azienda ha ritirato la KardiaBand dal mercato, affermando che si voleva concentrare sull’espansione delle capacità degli altri sistemi di monitoraggio cardiaco mobile.